http://www.indomitusgames.com/modules/mod_image_show_gk4/cache/home.PressBanner_01-ITA.gk-is-112jpeglink
http://www.indomitusgames.com/modules/mod_image_show_gk4/cache/home.WebsiteBanner_02-ITA.gk-is-112jpeglink
http://www.indomitusgames.com/modules/mod_image_show_gk4/cache/home.PressBanner_03-ITA.gk-is-112jpeglink
http://www.indomitusgames.com/modules/mod_image_show_gk4/cache/home.01ITgk-is-112.jpglink
http://www.indomitusgames.com/modules/mod_image_show_gk4/cache/home.02ITgk-is-112.jpglink
«
»
Progress bar

Alfier Devblog: il Savage

Quando il nostro programmatore mi ha detto che avevamo bisogno di un mostro facile da uccidere, ho subito pensato all'Abietto di Gears of War. Un mostro piccolo ma bastardo, non molto pericoloso da solo, ma abbastanza problematico in grossi gruppi. Queste erano le linee guida che abbiamo dato al nostro concept artist, Denis Gualtieri.

Tutti i mostri nel tempio hanno qualcosa che ricorda un essere umano. Il Savage ha un corpo piuttosto antropomorfo, ma la sua parte più spaventosa è nascosta nella sua gigantesca bocca. Quando corre verso di voi allungando le sue braccia così carine (!), improvvisamente la sua bocca si apre e rivela un sofferente volto umano al suo interno. Lo adoro.

Mi è piaciuto di meno quando mi sono trovato a lottare per unire la mesh low-poly al corpo. Trovare il giusto flusso di lavoro è stata una sofferenza e alla fine ho dovuto chiedere aiuto anche all'animatore...

Quello che mi è piaciuto di più è stato lo sculpting. Do il mio meglio con i modelli organici.

E quando il modello è così inquietante lo sculpting mi piace ancora di più :P

Dopo lo scuplting, sono tornato a Blender per il retopology. Per il retopology mi sono trovato a preferire Blender piuttosto che il più famoso TopoGun (o perfino zBrush ultimamente). Mi da molta più libertà rispetto ad altri strumenti. Davvero, Blender sta diventando sempre meglio ad ogni versione.

xNormal è ancora l'opzione migliore per il baking delle texture. Così ho diviso il modello in due (in realtà ho diviso il modello in più di 20 mesh per ottenere un risultato pulito), per avere una texture con una buona risoluzione e per lo shader.

Avevo bisogno di due materiali principalmente per riuscire a creare uno shader con Subsurface Scattering per la pelle e avere comunque un aspetto metallico per le parti meccaniche.

E questo è tutto, più o meno :P

Nel gioco ogni singolo incantesimo influenzerà questo mostro. La luce lo accecherà, la telecinesi vi permetterà di afferrarlo e lanciarlo in giro, e così via.

Riguardo alla sua storia... dovrete aspettare di giocare :P

Giovanni "Alfier" Vadalà

In Verbis Virtus out on Steam

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

* campo obbligatorio